Amarsi, a Barcellona…

San Valentino è alle porte e l’idea di un regalo che possa sorprendere il vostro amore sicuramente potrebbe avervi già dato non pochi pensieri.
Un weekend romantico a Barcellona senza dubbio sarà una gradita sorpresa perché avete la fortuna di poter programmare perfettamente ogni particolare grazie a questi miei consigli.

C’è da dire che questa festa in Catalunya non è partecipata come dalle nostre parti.
Qui la festa degli innamorati viene celebrata il 23 aprile con Sant Jordi.
Le strade saranno piene di bancarelle di rose e di libri e tutta la città scende in strada per celebrare l’amore.

info LEGGENDA SANT JORDI
acquista ticket CASA DE LES PUNXES
La fuga romantica ovviamente deve iniziare nella ricerca di un volo.
Qui a lato avete il link di VOLAGRATIS che vi permetterà di ottenere il confronto tra tutte le soluzioni disponibili.
Fatto questo la scelta di un Hotel che sappia farsi ricordare per servizi ed un pizzico di lusso ci vuole. Datevi da fare con una ricerca qua sotto…

prenota il tuo Hotel
Ora gli step che seguono vi serviranno per programmare i servizi che vi consentono di arrivare in città, di muovervi per il vostro weekend e soprattutto di potervi assicurare gli ingressi ai monumenti che valuterete di scegliere.

arriva a Barcellona in Aerobus     viaggia in città
Il mio suggerimento è quello di poter arrivare già di venerdì pomeriggio o sera così da assicurarvi almeno due giorni pieni in città.

Andiamo a cena?

Dei ristoranti che posso suggerirvi già per la prima sera il Flamant sicuramente è un ottima scelta.
Sulla loro pagina web ci accolgono con tre aggettivi che rispecchiano perfettamente il loro stile: elegante, maestoso e sofisticato.
Lo trovate nella centrale Calle Enric Granados e le sue ampie sale, curate nei minimi dettagli, vi faranno vivere un’atmosfera molto piacevole.
La sua cucina offre il meglio della gastronomia mediterranea tradizionale e innovativa allo stesso tempo.

Sempre in centro dell’Eixample non posso non indicarvi gli altri due miei posti preferiti.
Boca Grande è uno dei locali più chic di Barcellona.
Vi consiglio di iniziare dall’attiguo Boca Chica il cocktail lounge del ristorante dove potrete assaggiare uno dei più buoni gin tonic Hendrick al cetriolo.
Decorazioni lussiose, clientela selezionata e la possibilità di incrociare atleti famosi o personaggi del jetset catalano sono all’ordine del giorno.
Mobili di design, specchi vittoriani, una meraviglia di design a più livelli.
Qui la carta di credito inizierà a trasudare, è certo!, ma soprattutto avrete la gioia di mangiare ad un livello mai provato.

La terza opzione è il meraviglioso Jaime Beriestain.
Lui è un interior design famosissimo. Lo stile di oltre 20 hotel di Barcellona è stato interamente progettato nel suo studio.
E qui, proprio nei pressi de La Pedrera, entrerete in uno dei locali più in voga della città.
Lo store è diviso in tre parti: bar, ristorante e negozio dove la location molto raffinata e di alto livello vi permetterà di vivere la vostra serata nel massimo relax ed intimità.

Romantici di giorno

Potrebbe essere la vostra prima volta a Barcellona e la tentazione di voler visitare ciò che Gaudí ha saputo regalarci è tanta.
Ma posso assicurarvi che potete vivere tanto romanticismo anche fuori dai soliti percorsi turistici.

Vedere Barcellona da un punto unico, magico, suggestivo è un regalo che dovete assolutamente concedervi.
Salite con il vostro amore su di un taxi, consegnate al conducente un biglietto con scritto “BUNKER DEL CARMEL” e lasciatevi portare ai piedi del posto più romantico di sempre.
Quando ho fatto questa sorpresa, scesi dal taxi, l’ho bendata e le ho messo gli auricolari pronti a trasmettere la “nostra canzone”.
Si dovrà fidare della vostra guida per la breve salita di 5 minuti.
Arrivati a destinazione fate partire la canzone, sciogliete la benda e lasciate che le emozioni vi travolgano.
Signore e Signori, a voi Barcellona!

Forever young

Un posto, un po’ più in alto del Bunker è possibile?
Esiste e si chiama TIBIDABO, il parco giochi più antico della Spagna e secondo in Europa solo dopo il Prater di Vienna.
Per arrivarci però vi farò usare un mezzo di trasporto d’altri tempi.

La romantica Tramvia TRAM BLAU che potrete prendere ai piedi della montagna che ospita il parco attraverserà un lungo viale residenziale e vi farà vivere un momento di nostalgico passato.

Per salire sulle carrozze blu dovete recarvi nei pressi di Avinguda Tibidabo in angolo con Passeig de Sant Gervasi.
Dopo questo splendido amarcord vi troverete nel piazzale della funicolare del Tibidabo che vi permetterà di arrivare ad una altezza di 512 m ammirando nuovamente Barcellona ma questa volta ancora da più in alto.

Il Tibidabo deve il suo nome alla vista mozzafiato che si gode dalla sua cima e ricorda quella descritta nel passo del Vangelo in cui Satana porta Gesù sulla cima di un monte incitandolo a guardare davanti a sé e dicendogli “ti darò tutto ciò che vedi se mi adorerai”.
Tibi dabo in latino significa “ti darò”. E voi, cosa siete disposti a dare al vostro amore in cambio di una simile esperienza?

Un pranzo Olimpico

È ora di rientrare in città, magari per pranzare.
A Barcellona le temperature non sono mai rigide e proporvi di degustare un buon piatto catalano in riva al mare non deve preoccuparvi.
La fortuna di essere baciati dal sole sarà il regalo di una primavera anticipata. Qui la chiamiamo normalità!

Al Port Olímpic le esperienze culinarie si sprecano.
Siamo fronte mare, sotto ai due grattacieli ed alle nostre spalle il grande Peix d’Or installato in onore dei Giochi Olimpici del 1992.
Se volete rilassarvi certi di poter assaggiare la migliore cucina catalana marittima questi sono i miei tre posti preferiti.

El Cangrejo Loco è specializzato in pesce.
La sua data di nascita coincide con i Giochi Olimpici di Barcellona del ’92 e da allora è un punto di riferimento per poter degustare una delle migliori cucine marittime.
Se è piaciuto alle loro Maestà Juan Carlos e la Regina Sofia, oltre che al principe delle Austurie Felipe di Borbone ed all’attuale Presidente della Generalitat della Catalogna…
I giochi olimpici sono passati ma la tradizione e la qualità dei loro piatti rimangono impeccabili.

La Fonda del Port Olímpic è un altro dei miei preferito per la buona cucina mediterranea.
Ho conosciuto personalmente lo staff proprio nell’istante in cui era arrivata la fornitura di pesce. Nulla da ridire.
Una eccellente paella, frutti di mare squisiti e per i carnivori una ampia varietà da cuocere sulla griglia.

La Fitora è invece il ristorante con la migliore vista su tutto il Port Olimpic.
La loro cucina è da podio. Sinceramente che sia oro, argento o bronzo poco importa.
L’atmosfera di questo elegante ristorante decorato ispirandosi a Gaudí, con ampio menu mediterraneo, una cantina di vini eccellente e servizio impeccabile, sarà una bellissima pausa lontani dal traffico cittadino.

Sole, mare e mano nella mano

Dopo pranzo una bella passeggiata lungo il Passeig Maritim è un’occasione romantico relax.
Finiremo dritti dritti alla Barceloneta, la famosa spiaggia della città, fiancheggeremo il Port Vell e i chiringuitos in riva al mare dove fermarsi per poter bere un buon drink sarà la perla che ci vuole a questa tarde de plaja.

Shopping tra Modernismo e note classiche

È il vostro weekend romantico giusto?
Sono sicuro che il vostro amore non si dispiacerà se la porterete a passeggiare verso qualche vetrina.
Dalla spiaggia della Barcelloneta potete rientrare in centro lungo la bellissima passeggiata pedonale de La Rambla.
La possibilità di aggiungere la variabile per vedere gli interni dello splendido Palau Güell oppure di ammirare il Teatre del Liceu sinceramente sono due fuori programma da considerare.

Più avanti al civico 91 potrete divertirvi tra i colori e profumi del mercato più famoso e visitato della Spagna: La Boqueria.

Superata Plaça Catalunya vi dirigerete su Passeig de Gracia ed il gioco è fatto.
Ma state attenti: qui i grandi marchi del lusso sono una vera tentazione.
Passeggiando sul lato sinistro al civico 35 sarete in piena “Manzana de la Discordia” l’isolato più emblematico e singolare della città dove gli architetti del modernismo catalano quali Josep Puig i CadafalchLluís Domenech i Montaner e Antoni Gaudí ci hanno regalato tre capolavori assoluti.
Casa Lleo Morera (al civico 35), Casa Amatller (al civico 41) e subito attaccata la incredibile Casa Batlló.

info Casa Batlló
acquista ticket Casa Batlló
info Casa Amatller
acquista ticket Casa Amatller
Poco più avanti, sul lato opposto di Passeig de Gracia al civico 92, avremo La Pedrera, un’altra opera di Gaudí che è una vera forza della natura.
Se avete voglia di un “pre-cena” emozionante, vi consiglio di prenotare la vostra visita GAUDÍ THE ORIGINS.

acquista ticket La Pedrera di giorno
acquista ticket La Pedrera di notte

Coccole e relax

La parola romanticismo sarà la protagonista e concedervi un momento di relax in uno dei tre più belli e prestigiosi centri SPA della città potrebbe essere l’ennesima perla che andrete ad infilare in questo collier chiamato “weekend d’amore”

AIRE DE BARCELONA è sulla bocca di tutti i blogger!
È una Spa dove il profumo floreale e speziato sono il principio del vostro viaggio nell’immaginario Nord Africa.
Nel cuore della Barcellona più emozionante, in un vecchio magazzino di fine 1700, accanto al El Born Centre Cultural è stato creato un tempio per staccare da tutto.
La magia di questo spazio in cui storia e acqua si mescolano vi farà compiere un viaggio indimenticabile.

Vicino al Port Olímpic, al 43esimo piano dell’Hotel Arts Barcelona vi regalerete puro relax e nuove sensazioni, come poter fare un massaggio a base di cioccolata.
E’ il 43 THE SPA, che con la sua impareggiabile vista sul mare e sulla città di Barcellona, eleverà i vostri sensi ad un livello successivo.
Piscina per l’idroterapia, sauna secca, bagno turco, doccia e zona relax oltre ad una spettacolare terrazza all’aperto; ma anche trattamenti esclusivi di cura della pelle grazie alla partnership con l’azienda Natura Bissé.

In ultimo, ma non ultima la SILOM SPA.
Qui torniamo in oriente, il Vero Oriente! I terapisti sono professionisti certificati dal prestigioso Wat Pho Temple di Bangkok e la selezione di massaggi tradizionali tailandesi, con le loro tecniche millenarie, vi aiuteranno a ridurre lo stress di una vita.
Le esperienze olistiche, la saggezza dell’Oriente ed i suoi trattamenti millenari sono la degna conclusione di una magnifica giornata.

Cena da Latin Lover

Volendo una serata intima per poter lasciare il vostro partner senza fiato ci sono alcune possibilità tra ristoranti e angoli romantici che Barcellona vi offre senza troppo rumore e glamour.

LA PLA, in Carrer Bellafila, 5 in pieno Barrio Gotico, per esempio.
Pareti colorate, musica catalana di sottofondo, una balconata che ricorda i vecchi locali andalusi.
Luci soffuse, atmosfera intima e menu catalano con influenze internazionali, soprattutto orientali.
È un posto delizioso fin dall’inizio, modesto, e lo raccomando perché non sbagliano mai.

Avete mai sentito parlare di Tapas?
Non vi avrei mai consigliato questo tipo di cena romantica ma da quando in Rambla del Raval al civico 43, proprio di fronte al gattone di Botero, lo chef stellato Carles Abellan ha aperto questo ristorante non manca l’occasione di potermi godere in modo rilassato una delle più tipiche tradizioni culinarie catalane e spagnole.
SUCULENT è una casa con cucina dove lo stile di vecchia locanda di Barcellona vi farà vivere la cucina popolare, raffinata e con un tocco di vera identità.
Una locanda del XXII secolo, dove il suo nome significa Sucar lent, mojar lentamente. Ve lo traduco senza tanti giri di parole: godere lentamente!

In ultimo voglio raccomandarvi il Ristorante Mirabé.
È il balcone sopra Barcellona, alla fine dell’Avinguda Tibidabo, proprio quella che avete percorso con il Tram Blau.
Un ambiente spettacolare dove la cucina mediterranea ricca di dettagli vi entusiasmerà senza alcun dubbio. Festeggiare qui l’ultima sera barcellonese sarà emozionante.

Per concludere la serata esistono due alternative.
La prima è un buon cocktail all’OCAÑA in Plaça Reial.
Nel corso di oltre 150 anni, questa piazza è stata il centro della Barcellona romantica, canaglia e sotterranea.
Ocaña ha recuperato la bellezza dell’architettura originale del 1856 integrando mobili e sedie con disegno degli anni ’60 e opere di giovani artisti.
Uno spazio che cambia dal giorno alla notte.

L’altra alternativa? Iniziate a baciarvi già nella hall del vostro albergo…

Fede, cultura catalana e lirica!

Siete nella città dove la cultura catalana è insita in ogni cosa.
Dall’architettura alla danza, dalla cucina alla musica.
Se avete voglia di vivere esperienze meno olistiche dei massaggi e meno chiassose del centro cittadino ci sono alcune attività che, seppur differenti tra loro, sono uniche e indimenticabili.

Montserrat è una gita fuori porta che vi accompagnerà nel cuore sacro dei catalani.
Arrivare al monastero con il treno a cremagliera vi permetterà di ammirare il paesaggio montano della singolare catena montuosa e le sue rocce che sembrano pan di zucchero.
Potrete visitare la basilica, il chiostro e ascoltare i ragazzi della Scuola di Canto di Montserrat, la più antica d’Europa.
Questa esperienza può essere abbinata ad una degustazione di vini e prodotti tipici catalani.
info MONASTERO MONTSERRAT
acquista ticket     acquista ticket + food and wine

Non volendo uscire dalla città un concerto presso il Palau de la Musica Catalana sarà ovviamente un regalo che non solo vi renderà spettatori di artisti del panorama artistico catalano ma di poter ammirare lo splendido gioiello architettonico della sala da concerto unica al mondo.
Un tripudio di simboli, tra mosaici e trencadis, vetrate e ferro battuto.
info Palau de la Musica Catalana
acquista ticket Palau

Altra cosa invece sarà entrare dentro il Teatro del Liceu e poter assistere ad una delle opere liriche in programma.
E quale opera poteva meglio rappresentare l’amore se non Romeo e Giulietta?
Il 14 febbraio e poi a seguire sabato 17 e 24, oppure lunedì 19 o giovedì 22… insomma: organizzatevi e non perdete una delle opere più romantiche di sempre.

Tra vent’anni non sarete delusi delle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l’ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite.
Mark Twain

Ed io aggiungo: Amatevi a Barcellona!

 

About

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *