AQUARIUM. Tornare bambini a Barcellona è possibile

Una delle più divertenti ed emozionanti esperienze da vivere a Barcellona è entrare nell’acquario con la vasca Oceanario più grande d’Europa e con il maggior numero di specie.
Situato in pieno Port Vell, alle spalle del Centro Commerciale Maremagnum, vivrete 35 differenti acquari, con oltre 11.000 animali, 450 specie diverse ed un tunnel sottomarino di oltre 80 metri.

Dal giorno della sua apertura, l’8 settembre 1995 ha ricevuto oltre 30 milioni di persone.
E’ arrivato il momento anche per voi di andare alla ricerca di Nemo e di tanti altri amici…

 

Visitare l’Aquarium de Barcelona

INDIRIZZO: zona MAREMAGNUM, Moll d’Espanya, del Port Vell

COME ARRIVARE
METRO 
fermata BARCELONETA – linea gialla L4
BUS 59 120 D20 H14 V13
AUTOBUS TURISTICO
A PIEDI alle spalle del Centro Commerciale Maremagnum, a pochi passi dall’inizio delle Rambla dal Monumento di Cristoforo Colombo

ORARIO
ogni giorno apre alle ore 10.00
chiusura dal lunedì al venerdì 19.30 (periodo 1) – 20.00 (periodo 2)
chiusura fine settimana e festivi 20.00 (periodo 1) – 20.30 (periodo 2)
chiusura mesi di giugno e settembre 21.00
chiusura mesi di luglio, agosto 21.30
chiusura PASQUA dal 24 marzo al 1 aprile 21.30
chiusura NATALE dal 15 dicembre al 7 gennaio 20.00

  • periodo 1: gennaio, febbraio, marzo, novembre e dicembre
  • periodo 2: aprile maggio e ottobre

BIGLIETTO
Arrivare all’Aquarium di Barcelona con il vostro biglietto in mano sarà il miglior modo per iniziare la vostra avventura nel Grande Blu.
Vi ho riservato un biglietto con il quale salterete la fila alle casse ed entrerete nel grande mondo sommerso.

Il biglietto ha una validità di 90 giorno dal giorno di acquisto.

 

Perché visitare l’Aquarium de Barcelona

Il più grande acquario al mondo dedicato al Mare Mediterraneo è proprio qui, a Barcellona.
Viaggerete anche attraverso gli oceani tropicali e le barriere coralline, incontrerete oltre 11.000 animali tra 450 specie disseminate nelle 35 vasche.

È una immersione nel fantastico regno sottomarino potendo anche realizzare attività incredibili, come dormire tra gli squali, o passeggiare al loro fianco… 
Avete abbastanza coraggio per fare una cosa del genere?

Adrenalina a parte le emozioni si susseguiranno vasca dopo vasca, ambientazione dopo ambientazione.

 

Tutto sull’Aquarium

Ciò che potrete vivere nell’Acquario di Barcellona a due passi dal Maremagnum è riassumibile in quattro sezioni.
La prima si chiama “Le Esperienze”, per chi vuole avventurarsi nel mondo delle immersioni subacquee potendo entrare nella vasca dell’Oceanarium tra squali e migliaia di pesci.
L’Aquàrium de Barcelona offre a tutti i subacquei con il “patentino” di immersione valido l’opportunità di vivere l’esperienza unica di immergersi nella vasca principale circondati da squali e migliaia di pesci.
È una visita guidata con immersione che ha un suo costo… ma se siete interessati a ciò allora non dovete fare altro che prenotarvi
Avrete anche il benefit di poter fare entrare gratuitamente due persone all’interno dell’Aquarium.

Una esperienza assolutamente curiosa da prenotare è trascorrere una notte circondati da squali e tutte le altre specie di pesci, potendo scoprire come si svegliano e come si comportano i pesci e cosa fanno quando arriva la notte.
Dormire all’Aquarium è sicuramente una avventura che i vostri bambini e ragazzi non dimenticheranno facilmente.
Dalle 19.30 alle 10 della mattina per la comoda cifra di 90 euro, con attività, cena e colazione inclusa, sarà una delle cose più strane che potrete fare a Barcellona… e sicuramente una delle più emozionanti da poter raccontare

L’Aquarium de Barcelona è sempre attento alle attività per le famiglie ma soprattutto alle grande feste patronali.
Per questo vi consiglio sempre di dare una occhiata al sito ufficiale per verificare quali attività siano in calendario.
Giochi e risorse per imparare ad amare e rispettare il mare, ed infine una sezione dedicata alla catena alimentare sottomarina, saranno sempre al centro delle attività propedeutiche per bambini e ragazzi.

 

Entriamo nel Grande Blu di Barcellona

L’Oceanario di Barcelona, unico in Europa, è la più grande e spettacolare vasca contenente oltre 4 milioni di litri d’acqua.
Con i suoi 36 metri di diametro ospita murene, pesci luna, razze e due tipi di squali: lo squalo tigre di sabbia (Carcharias taurus) e il Whitetip di Milberto (Sandbar Shark).
I veri due protagonisti dell’Acquario di Barcellona.

Il tunnel trasparente lungo oltre 80 metri vi permetterà di vivere una passeggiata subacquea potendo ammirare l’Oceanario dal basso.
Quando sono stato la prima volta all’Aquarium la cosa che mi ha proprio sorpreso è stato l’essere avvolto dal Grande Blu, poter vivere una cosa che in realtà sarebbe impossibile da fare, non avendo alcun patentino di immersione…

E poi essere qui all’Aquarium de Barcelona mi ha fatto conoscere il Mio mare, il Mediterraneo.

 

Il Mare Mediterraneo, la storia del Mondo parte da qui

Fin dai tempi della scuola il Mare Mediterraneo è stato al centro di ogni lezione. 
Non c’era popolazione che non vivesse ai suoi margini.
E chi meglio degli Italiani può capire il significato del vivere circondati da un mare che è vita.

Entrare nell’Oceanario significa vivere il Mare Mediterraneo al suo interno, scoprendo le biodiversità e gli ecosistemi che caratterizzano questo mare marginale tra i più grandi del mondo. 

In ogni acquario ho potuto conoscere le specie più caratteristiche ma quello che maggiormente mi ha colpito è stata la ricostruzione delle due aree protette spagnole, il delta dell’Ebro e delle isole Medas oltre ad altre 10 comunità marittime tra le più significative.
Proprio per questo l’Aquarium de Barcelona è importante. Perché non è soltanto una mostra dei pesci belli e colorati, di quelli più terrificanti o spettacolari.
È sopratutto conoscenza e divulgazione

 

Nemo, Dory e compagnia bella!

Non sarebbe un acquario senza l’apertura al mondo di colori che possiamo trovare sotto al mare.
Le barriere coralline, con creazioni architettoniche uniche e dalla spettacolare bellezza, ci permettono di viaggiare attraverso i mari tropicali senza dover prendere un aereo.
Dall’Aquarium de Barcelona ai Tropici in meno di un’ora per ammirare 7 acquari rappresentativi di questi mari.
Certo, sarebbe tutt’altra cosa potersi “spiaggiare” sulle bianche e assolate coste tropicali… 
Intanto noi continuiamo il nostro viaggio attraverso le vasche dei Caraibi o del Mar Rosso, della barriera corallina Australiana o degli atolli tropicali…

Per ammirare i piccoli dettagli della flora e della fauna marina che nei grandi acquari risulta essere impossibile sono stati creati dei piccoli acquari con una serie di moduli interattivi potendo conoscere meglio e più approfonditamente anche le realtà degli invertebrati, dei cavallucci marini, delle uova degli squali, dei coralli tropicali ed infine delle creature fantastiche.

 

Pianeta Acqua, una scoperta senza fine

Una domanda che mi sono sempre chiesto è: ma se il nostro pianeta è coperto per tre quarti da acqua… perché si chiama Pianeta Terra?
Al secondo piano dell’Aquarium de Barcelona, dopo aver percorso i grandi acquari e lo spettacolare Oceanarium la mia visita ha avuto quel valore aggiunto inaspettato.

Poter scoprire il Pianeta Acqua!
Dal freddo glaciale all’oscurità degli abissi, dalle calde acque tropicali alle ambientazioni mediterranee ho potuto osservare i fenomeni del mimetismo per la sopravvivenza o per la caccia, ma anche l’evoluzione dei mammiferi, dei rettili e dei pesci adattati all’ambiente marino.

Sono quattro esperienze che diverse tra loro vi daranno il giusto completamento all’esperienza visiva.
Come la zona che riproduce il circolo polare Artico, con l’anfiteatro dei Pinguini di Humboldt.
E quanto gli piace a questi simpatici maggiordomi farsi vedere mentre si muovono sinuosi nel nuoto subacqueo.

Nel Pianeta Acqua poi è possibile vivere le tre differenti ambientazioni tropicali: dall’alto del fiume, attraverso la foresta di mangrovie tra radici e larve marine fino a vedere piranha, tartarughe tropicali o iguane…
Nella riproduzione del mondo sommerso non poteva mancare quella dove la luce viene meno.
Lo chiamo il mondo delle tenebrequi regnano meduse spettacolari e tanti altri pesci che si sono adattati all’abisso.

Infine non poteva mancare una sezione dove ho sfogato tutta la mia attitudine al gioco.
La conquista degli oceani sarà a portata di mano ed entrerete all’interno di un batiscafo potendo vedere come funzionano gli strumenti oceanografici.
Se poi non siete claustrofobici allora non perdetevi il sottomarino. Ed avventura sia!

 

Mollusco a chi?

Chi di voi, camminando su di una spiaggia, non ha mai raccolto una conchiglia?
E quante differenti una dall’altra… una continua ricerca di meraviglia e di colori.
Allora dovete entrare nel percorso che qui si chiama Las Joyas del Mar, ovvero i Gioielli del mare.

La protezione che è casa dei molluschi diventa una sorta di mostra delle varietà di colori e grandezze, di forme e tipologie.

Ancora mi ricordo quando il professore di scienze alle scuole medie ci portava sui costoni delle colline alla ricerca dei fossili.
Ma ancor più il mitico Piero Angela con i documentari sull’evoluzione delle specie.

Se l’interesse per i molluschi e per le conchiglie marine è sempre stato collegato all’esistenza umana allora è fondamentale visitare questo spazio.
Le conchiglie usate come strumenti per il taglio delle pelli o come strumento di comunicazione a distanza, per adornare come gioielli… il loro fascino è infinito.

 

Voglio tornare bambino!!!

C’è una zona che non posso accedervi e sinceramente tutte le volte che torno all’Acquario di Barcellona io mi punto li davanti e sbatto i piedi e mi vien da piangere per questo divieto!

È la zona infantile! Vi direte,… Davide è impazzito???

Lo spazio interattivo dell’Aquarium de Barcelona è stato concepito per far conoscere il mondo marino ai bambini potendo entrare in oltre 50 attività dirette.
Vuol dire toccare, guardare, ascoltare, scoprire la natura all’interno di tre ambienti della costa mediterranea.
Entrare nella palude del delta del fiume Ebro oppure camminare lungo le coste catalane tra spiagge e grandi scogliere.
Ma più di tutto mi han detto che si entra in una grotta delle isole Medas potendo ammirare i resti di un naufragio!

 

La scienza prima di tutto

Il grande team di professionisti che si prende cura degli oltre 11.000 animali garantendo loro benessere e salute è fondamentale.
Aver ricreato l’ambientazione non è sufficiente e ci sono valori come temperatura, salinità, qualità dell’acqua, illuminazione che devono essere equilibrate in modo scientifico.

Per questo motivo i biologi dell’Aquarium de Barcelona sono i principali responsabili della vita di queste 450 specie diverse. 
E per questo motivo è necessario anche comprendere ciò che possiamo fare noi, nel nostro piccolo quotidiano. E non solo quando siamo in vacanza al mare!

Pertanto, se venite all’Acquario di Barcellona per vivere emozioni uniche e meravigliose ricordatevi soprattutto del mare che nella realtà ci circonda, in modo unico e meraviglioso.
Ricordatevi di non sprecare l’acqua, di non eccedere con i detersivi, di collaborare alla differenziata e di consumare in modo responsabile.
Perché Nemo e Dory non siano solo nello splendido lungometraggio della Pixar, ne tanto meno solo all’interno di un acquario.

Ora è giunto il momento di accedere alla prenotazione con SALTA LA FILA che DestinoBCN vi ha riservato.
Cliccate, scegliete le vostre date e buon viaggio nel Grande Blu e nelle grandi emozioni dell’Aquarium de Barcelona. 

Le foto “Gioielli del Mare” e dei laboratori di biologia e manutenzione dell’Aquarium de Barcelona sono tratte dal sito ufficiale 

About

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.