Cereria Subirà, il negozio più antico di Barcellona

La storia della più antica attività commerciale attualmente attiva a Barcellona risale al 1761.
Se siete nel barrio gotico, a due passi dalla Cattedrale, non potete mancare nel visitare questa pietra miliare che da oltre 250 anni “illumina” la nostra amata Ciutat Condal.

Quando mi sono avvicinato per la prima volta alle sue vetrine ero emozionato ed al contempo anche pieno di timori.
Il mio entrare nella Cereria Subirà in quel preciso istante non avrebbe comportato alcun introito alle casse della storica attività.
Ma Pilar Subirà, la responsabile del “monumento” cittadino riconosciuto dalle istituzioni pubbliche, mi accoglie lasciandomi libero di scattare foto e pure di poter “grabar” (registrare video, ndr) per un futuro VLOG.
E poi, mentre registravo una stories per Instagram la coinvolgo e con tutta la naturalezza e delicatezza di cui è capace una mi racconta la storia della Cereria Subirà, l’attività commerciale più antica di Barcellona.

 

Dal 1761 ad oggi: la storia della Cereria Subirà

In quell’anno Jacint Galí ereditò l’attività commerciale fondata da suo padre Francesco, importatore e commerciante di prodotti coloniali.
A quel tempo l’azienda si trovava in Carrer Nou de Sant Cugat, l’attuale Carrer Corders in pieno El Born a due passi dal Museo Picasso.
Jacint però non seguì le orme di suo padre. Professionalmente si era formato come mastro ceraio e convertì l’eredita paterna in questa attività.
Sfortunatamente non ebbe molto tempo per godersi i suoi affari, perché morì nel 1763 e l’attività passò a suo figlio, Jacint Galí i Villar.

 

La lavorazione della cera, arte e passione

Al tempo esistevano solo due tipi di lavorazione di cera. Quella bianca e quella marrone.
Quella più scura, in catalano “bruna”, era più economica rispetto alla più apprezzata cera “blanca”, ed era ottenuta esponendo la cera grezza al sole.
La famiglia Galí per la produzione dei ceri poté contare sull’usufrutto degli spazi presso il monastero di Sant Pere de les Puel-les.
All’interno dello splendido complesso benedettino, a due passi dall’Arc de Triomf, poterono svolgere le attività di sbiancatura della cera e quando questa raggiungeva il punto di bianco richiesto i manufatti venivano trasferiti nel locale di carrer Corders per la finitura e infine per la vendita.

Jacinto Galí i Villar mantenne l’attività fino alla sua morte, nel 1825, dando in testamento alla moglie la responsabilità di prosecuzione fin quando non l’affidò all’esperto ceraio Martí Prat.
Gli succedettero i suoi tre figli i quali ampliarono l’attività aprendo altri due negozi nel quartiere.

 

1900, la città cambia e Subirà entra nella storia.

L’esecuzione del progetto per l’apertura di Via Laietana, i cui lavori iniziarono nel 1908, indussero all’apertura di una punto vendita in questa parte della città.
Tra il 1908 e il 1909 si stabilirono al numero 7 della antica Baixada de la Presó, denominata nel 1958 Baixada de la Llibreteria.
Si trasferirono negli spazi dello storico negozio “La Argentina” un negozio di tessuti fondato da Pau Despatx nel 1848.

Ma la scarsità delle materie prime fu uno dei più seri problemi del dopoguerra.
La Guerra Civile interruppe bruscamente la linea di successione della famiglia Prat e nessuno dei suoi eredi sopravvisse al conflitto interrompendo di fatto gli affari durante i mesi più duri del conflitto.
Al termine della guerra Vic Paulí Subirà i Arumí rilevarono l’azienda e la risollevarono.

Nel 1964, alla morte di Vic Paulí gli successe suo figlio Jordi.
Ma fu un anno terribile non solo per la morte del padre.
Arrivò l’esproprio da parte del Comune di Barcellona, per l’ampliamento del Museo della Storia di Barcellona che si trovava a fianco e come se i fatti non fossero sufficienti, nel novembre del 1969 un incendio distrusse completamente la fabbrica.

Solo grazie alla solidarietà di amici, familiari, clienti e vicini di quartiere, Jordi poté far risplendere la sua storica azienda.
Jordi Subirà ha continuato a lottare per la sopravvivenza degli affari e degli storici locali fin quando il Comune di Barcellona interruppe le procedure di esproprio riconoscendo il valore storico e sociale della Cereria Subirà.

 

La storia continua, Subirà entra nell’eccellenza.

La famiglia Subirà continua in prima linea nell’attività, attualmente dedicata alla vendita di tutti i tipi di prodotti a base di cera e dei suoi derivati.

Nel 1982 l’architetto Josep Maria Botey  poté realizzare il restauro del negozio di Baixada de la Llibreteria e nonostante i decenni e le vicissitudini passate, quasi fossero tratte da un romanzo ottocentesco, la famiglia Subirà è riuscita a conservare la decorazione pre-modernista del vecchio negozio di tessuti di Pau Despatx.
L’arredamento integralmente originale si sviluppa con una doppia scala centrale che salendo si biforca.
E’ un unico ambiente a base quadrata, con una colonna al suo centro, unico punto di sostegno del piano superiore.
Ai piedi delle scale, si ergono su piedistalli due figure femminili in ferro che in passato reggevano le lampade a gas installate dalla prima compagnia del gas avente la concessione dell’illuminazione della città di Barcellona, la società francese Lebon.

In occasione del suo 250° anniversario la Cereria Subirà riceve il riconoscimento da parte della Camera di Commercio e la targa “Guapos per Sempre” (traducibile come “Il meglio di sempre”…) da parte del Comune di Barcellona.

 

Scoprire Barcellona, un amor inolvidable.

La storia che vi ho riportato in questo articolo è ciò che Pilar Subirà mi ha raccontato orgogliosa del passato e delle vicende familiari ed entusiasta del mio lavoro nel potervi suggerire e consigliare le particolarità di Barcellona.

L’amicizia che mi lega a Pilar Subirà, nata occasionalmente durante una mia “incursione” per le stories di Instagram, è una delle più inaspettate sorprese che Barcellona mi ha regalato negli ultimi anni.
Il suo stesso intervento che trovate nelle stories alla sezione Market è la più viva testimonianza dell’attività più antica di Barcellona proiettata verso il futuro.

Mi raccomando però: non limitatevi ad entrare solo per fare le foto agli arredamenti pre-modernisti o alla magnifica scala… portatevi a casa un pezzo della storia di Barcellona.
Potrete raccontare ai vostri amici di quella candela sopra al vostro mobile, una candela che ha un passato unico
Unico, come la vostra vacanza a Barcellona… piena di curiosità e cose insolite.

 

Dove si trova


Baixada Llibreteria, 7
Metro L4 gialla fermata Jaume I
sito web: cereriasubira.cat

Orari
dal lunedì al giovedì 9,30 – 13,30 / 16,00 – 20,00
venerdì 9,30 – 20,00
sabato 10,00 – 20,00
domenica CHIUSO

 

About

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.