La Boqueria, la regina dei mercati

Il Mercado de San José, in catalano Mercat de Sant Josep, conosciuto popolarmente come il Mercato de La Boqueria è il mercato municipale che incontrerete su La Rambla.

Una superficie di poco più di 2.500 metri quadrati con 300 punti vendita che spaziano dai prodotti locali a quelli esotici, punto di riferimento dei turisti quanto dei ristoratori della città.
È il mercato più grande della Catalunya, il più famoso, il più visitato. Il più antico di Spagna.

 

La storia de La Boqueria

Il Mercato della Boqueria fu inaugurato nel 1840. Ma le sue origini sono antichissime.
In realtà era un mercato aperto, nella explanada del Pla de la Boqueria, lo spazio antistante l’attuale mercato, dove un tempo si trovavano le antiche mura della città e dove i venditori ambulanti e contadini provenienti dai villaggi e fattorie vicine si recavano per vendere i loro prodotti.
Era un mercato fuori dalle mura proprio per “salvarsi” dalla tassa di ingresso per le merci all’ingrosso.

Tra il Palazzo della Virreina e il Teatro del Liceu il mercato che vediamo oggi a ridosso de La Rambla era anticamente occupato dal convento di San José.

Nel 1586 le carmelitane scalze, chiamate els josepets, per essere i testimoni del culto popolare della figura di San José, fondarono il convento.

Due importanti fatti sociali e politici portarono alla conversione urbana dell’area del convento.
In primis la rivolta anticlericale istigata e guidata da alcuni politici liberali nel 1835 che travolse e incendiò questo e molti altri conventi della città.
In secondo luogo La Rambla iniziò ad assumere un carattere urbano di rilevante importanza tale da ritenere necessario la rimozione delle macellerie disseminate lungo questo viale e di riunirle all’interno del vicino giardino del convento di San José.

Dopo l’incendio l’edificio fu espropriato ai carmelitani e ne rimase una grande piazza con enormi colonne e portici che iniziò ad ospitare i mercanti ambulanti e i produttori locali.
Il 19 marzo 1840, il giorno di San Giuseppe, venne posta la prima pietra con una cerimonia ufficiale.
Per la copertura dobbiamo però aspettare il 1874.

Così agli inizi del XX secolo Barcellona tra Calle del Carme e Carrer de l’Hospital aveva la sua più importante area dedicata al commercio di prodotti freschi. 


Circondato da case e strade alberate (fino al 1960 circa) il mercato più conosciuto di Barcellona è diviso in settori distinti a seconda del prodotto alimentare in vendita.
Dividendo l’area in quattro zone si hanno frutta, spezie, dolciumi e carni mentre per il pesce è stata dedicata l’intera zona centrale.

I mercanti di uccelli, piccoli animali e fiori invece presero posto lungo La Rambla donandole un connotato caratteristico.

La copertura metallica attuale fu inaugurata nel 1914 mentre l’ultima modifica architettonica risale al 2000.
Nel corso degli anni è diventato il mercato più emblematico di tutta Barcellona: per la sua collocazione urbana, per la tipologia di prodotti e per l’esposizione.
Un luogo imperdibile per acquirenti e turisti.
Molti banchi includono alcune novità internazionali come cibi della tradizione coreana, italiana, greca o di paesi arabi.
Questo è dovuto alla totale apertura cosmopolita dell’associazione de La Boqueria che ha voluto annoverare all’interno del suo “catalogo commerciale” i reali cambiamenti alimentari che stanno investendo sempre più la città.

 

Perché fare la spesa al Mercato della Boqueria

Che voi siate in Hotel o meno qualcosa da smangiucchiare ci vuole sempre e la freschezza dei prodotti pronti al consumo presenti nel mercato è una garanzia.
Se invece trascorrerete le vostre vacanze barcellonesi in appartamento, con una comoda cucina, e vi viene voglia di organizzare una deliziosa cena con ingredienti di prima qualità sicuramente il Mercato della Boqueria fa al caso vostro.
L’esperienza quotidiana mi ha portato ad avere dei reali punti di riferimento ed i gestori dei banchi storici sono una garanzia per acquistare prodotti di qualità.

 

A lezione di catalano e di castigliano

Imparare una delle due lingue ufficiali parlate a Barcellona, il catalano o il castigliano (lo spagnolo), sicuramente può sembrare troppo solo per fare la spesa. 
Con la tabella che vi ho preparato avrete una ottima della lista della spesa per capire senza alcuna fatica come chiamare questo o quell’altro frutto e verdura ma anche per iniziare a capire meglio gli ingredienti nei menu.

Il prezzo delle carni e del pesce ovviamente non è paragonabile ad un comune supermercato.
Toglietevi dalla testa di uscire dal mercato borbottando “ammazza quant’è caro!”.
Se le vostre intenzioni sono serie e avete voglia di cucinare qualcosa di succulento, oppure anche in questo caso avete voglia solo di comprendere il menu di carni e pesce, eccovi la mia seconda tabella riassuntiva.


Tutti i banchi con le loro esposizioni sono una gioia anche per i fotografi. 
La scenografia che ospita frutta esotici, mediterranei e verdure di ogni specie è una caratteristica di questo mercato.

 

Los Mejores?

Stilare un elenco dei migliori banchi della Boqueria è una impresa ardua soprattutto perché tutto è soggettivo.
Queste sono le mie esperienze:

OSTRICHE
Peix Ripoll i Estera – banco 786
FRUTTA
Fruites Germans Pascual – banco 402
Fruites Morilla – banco 458
FORMAGGI
Formatgeria Elisa – banco 424
Formatgeria Rosa Mari (Alimentació Forés) – banco 986
CARNI
Aviram Maria José & Nerea – banco 525
Mas Gourmets – banco 305, 561
Cansaladeria J. Farrés – banco 888
Carns Soler Capella – banco 992
PESCE
Peix Pili (Montse i David) – banco 769
Peix Ripoll i Estera – banco 786
Bacallaneries Gomà – banco 754

 

Colazione alla Boqueria

Il Mercato della Boqueria offre una discreta scelta di posti dove poter fare colazione.
Se vi piace partire la mattina come dei “gladiatori” eccovi il posto giusto per voi: il bar Universal.
Essere in questo mercato pronti a mordere ogni angolo della città con la gustosa colazione alla Boqueria non solo vi fa partire in vantaggio ma vi ha permesso di essere già dentro alla vita de la ciudad contal.

 

Pranzare alla Boqueria: Tapas!

Se capitate da queste parti in orario di pranzo avete due ottime occasioni per assaporare buone tapas avvolti da un ambiente profumatissimo e vivo.
Lo storico banco 582 del “El Quim de la Boqueria” vi delizierà senza alcun problema. 
E poi vi consiglio il mio amico Sergoti al banco 550 presso il “Ramblero de la Boqueria”.

Dove e quando alla Boqueria

Per arrivare al più famoso mercato di Barcellona non farete molta fatica.
Percorrendo La Rambla in direzione mare alla vostra destra al civico 91 la riconoscerete per il fiume di gente che va e viene. 
Metro L3 (verde) fermata Liceu.
Orari: dal lunedì al sabato, dalle 8.00 alle 20.30

info sul sito ufficiale

 

Un ricordo (per sempre) del Mercato

Un frutto, una spezia, una confezione di Jamon?
Sono tutti acquisti che prima o poi consumerete e “Ciao-Ciao”, non avremo più nulla da ricordare se non il gusto speciale nella nostra memoria.

Però da alcuni anni c’è un modo per avere una traccia del nostro viaggio.
Ti piace cucinare? Ti piace avere grembiuli di ogni genere o libri speciali da consultare con ricette provenienti dai commercianti di questo unico quartiere dei sapori?
Presso il punto informazioni, superata la zona del pesce sulla destra troverete tantissimi suggerimenti per i vostri regali: tazze, borse, panni da cucina, calamite,…
Gli orari di questo banco sono:
martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 8.00 alle 15.00
venerdì e sabato dalle ore 8.00 alle 17.00
lunedì chiuso.

 

Nei miei PERCORSI GUIDATI troverete segnalata questa tappa.
Perché è uno dei simboli di Barcellona, perché avrete modo di calarvi in un mondo fatto di sapori e profumi, perché entrare in un mercato è il modo migliore per vivere una città.
Ed il Mercato della Boqueria, oltre ad essere il miglior mercato del mondo, è anche lo specchio per comprendere meglio questa energica città.

 

 

 

 

 

 

About

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.