Una noche de Flamenco!

Barcellona è una città viva più che mai anche di sera.
Le abitudini spagnole in merito agli orari sono proverbiali: durante il weekend molti locali sono ancora vuoti verso mezzanotte, quindi regolatevi di conseguenza se volete passare una noche loca!

Quello che ho capito fin da subito è che non si fa un solo locale ma dopo cena si passa da uno per bere una cosa, in un altro per bere un’altra cosa e poi verso le due o le tre stabilirsi nel vostro locale ideale.

Se la maggior parte dei locali notturni non fanno pagare l’ingresso ma si basano solo sulle effettive consumazioni molti altri stanno iniziando ad andare in controtendenza così da avere una clientela probabilmente più selezionata ma più di tutto fedele al posto.
Spesso molti ragazzi per strada vi inviteranno con i loro volantini “low-coast” ad entrare offrendovi chupitos o assaggio di tapas sull’effettiva consumazione.
Questi flyers variano di locale in locale quindi tocca a voi decidere se cedere al drink in omaggio o proseguire verso la vostra meta.

Se per i vari locali vi dedicherò man mano alcuni post interamente personalizzati e dedicati in questo articolo vi voglio consigliare spettacoli unici nel loro genere: che sia chitarra, sardana, flamenco o concerto dal vivo sarà una lunga notte…

CHITARRA SPAGNOLA E CALICE DI VINO

In uno degli angoli più particolari e ben conservati di Barcellona assisterete ad un concerto di chitarra spagnola, in un ambiente molto intimo, permettendovi di avvicinarvi a grandi autori e interpreti di fama mondiale.
Un concerto a lume di candela e un buon bicchiere di vino la faranno da padrona.
BCN duo de Guitarra (Carmen), Robert Majure (Alma Flamenca) Joan Benejam (Fandango) sono alcuni degli artisti in calendario ed a seconda della data prescelta avrete modo di assistere al loro spettacolo sviluppato con strumenti storici con sonorità di differenti epoche.
La cornice è la splendida chiesa di Santa Anna, un antico convento legato ai templari, a due passi da Plaça Catalunya.

CHITARRA SPAGNOLA IN SANTA MARIA DEL PI

Già la magica cornice della Basilica di Santa Maria del Pi vale l’intero biglietto che vi sto suggerendo.
Altri spettacoli vengono svolti nella splendida Chiesa di Santiago, la vecchia sinagoga a due passi da Plaça Sant Jaume.
Organizzati da oltre 14 anni a questi concerti hanno assistito oltre 850.000 spettatori di tutto il mondo potendo godere di uno spettacolo unico nel suo genere.
Si viaggerà indietro nel tempo della cultura musicale catalana e di altri angoli remoti della Spagna.

Gli artisti sono tra i maggiormente riconosciuti a livello internazionale: Manuel González, Xavier Coll, Pedro Javier Gonzalez, Ekaterina Zaytseva, o Belisana Robisco Luis Ruiz, alcuni dei quali membri del Barcellona 4 Chitarre Guitar Trio.

FLAMENCO en PALAU DALMASES

Seppur il flamenco sia uno stile musicale e di danza tipico dell’Andalusia, dove canto e poetica viaggiano in un mix di energia pura, lo troverete rappresentato in tutta la Spagna.
E la Catalunya non poteva farsi mancare una delle più spettacolari attrazioni culturali che affonda le sue radici anche nella cultura musicale dei Mori e degli Ebrei.

Il flamenco si è integrato nei Café e dalla seconda metà dell’Ottocento ha attraversato i confini nazionali venendo rappresentato in tutto il mondo: così l’incanto del flamenco e la magia del barocco, vivono e coesistono e nella vecchia Barcellona all’interno dello splendido Palau Dalmases assisterete a questo spettacolo.

A due passi dal Museu Picasso, questo palazzo nel 1700 ospitò l’Academia de los Desconfiados (l’Accademia dei delusi) e successivamente Academia de las Buenas Letras (l’Accademia delle buone lettere).
Uomini illustri, studiosi e amanti della buona musica scelsero questo palazzo per tenere sessioni dedicate al linguaggio, al pensiero e quindi anche all’arte.

Già entrare in questo palazzo è un motivo sufficiente per avere la testimonianza di uno spaccato della città che nel 16mo secolo ospitava una delle famiglie più importanti ed influenti della città.

Il concerto include un drink, ma volendo puoi continuare ad ordinare…

TABLAU FLAMENCO DE CARMEN

Essere al Tablao de Carmen, vuol dire assistere al tributo a Carmen Amaya, la grande bailaora di Barcellona.
Questa è l’occasione giusta per vivere lo spettacolo di flamenco con un menù di tapas o cena alla carta.
Il tutto nella splendida cornice del Pueblo Español di Montjuïc a Barcellona.

Il quartiere andaluso del Pueblo Español di Montjüic è uno spazio unico al mondo creato per l’esposizione Internazionale del 1929, riunendo un campionario dell’architettura delle tante province spagnole.

In questo posto debuttò la bailaora Carmen Amaya proprio durante l’inaugurazione del sito: allegria, tristezza, sensualità in un ritmo incalzante fatto di canto e chitarra in un insieme indimenticabile.
Siccome lo spettacolo ha inizio in orario pre-serale (ore 18.30 il più delle volte) potrebbe essere un ottima anticipo di serata:

  • Alternativa 1: consumazione + spettacolo.
  • Alternativa 2: cena + spettacolo (5 tapas, piatto principale a scelta, sangría o vino e acqua, dessert e caffè.
    La cena per bambini comprende una bibita e gelato).
  • Alternativa 3: tapas + spettacolo (6 tapas, sangría o vino e acqua, dessert e caffè).

CONCERTO AL PALAU

Nell’incomparabile cornicePalau de la Musica Catalana, progettato da Domènech i Montaner, questo mio suggerimento è l’apoteosi dello spettacolo nello spettacolo dove potrete assistere all’incantesimo della chitarra.
Se vi siete persi l’entrata diurna per visitare la meraviglia architettonica non potete assolutamente rinunciare a questa occasione potendo assistere ad uno dei concerti più quotati della città.

L’auditorio modernista unico al mondo, decorato con sculture, vetrate e mosaici è senza ombra di dubbio il miglior posto per ascoltare le grandi opere dei compositori catalani.
Potrete scegliere tra due concerti che non vi lasceranno indifferenti: Barcelona 4 Guitar “Versus”, che vi offriranno un’interpretazione impeccabile con scintille di comicità e simpatia, oppure Barcelona Guitar Trio & Dance, con tre grandi chitarristi e due ballerini che faranno del concerto un’esperienza indimenticabile.

  • Manuel González (Chitarra). Vedi Programma [pdf]
  • Xavier Coll (Chitarra). Vedi Programma [pdf]
  • Barcelona 4 Guitars “Versus”: Manuel Gónzalez, Xavier Coll, Ekaterina Zàytseva e Belisana Ruíz. Vedi Programma [pdf]
  • Barcelona Guitar Trio & Dance: Chitarra: Manuel González, Xavier Coll e Luis Robisco. Ballerini: Jose M. Álvarez e Carolina Morgado. Percussione: Paquito Escudero.
I programmi potrebbero essere soggetti a variazioni.
Si consiglia di verificare sul sito ufficiale.

OPERA Y FLAMENCO AL PALAU

Sempre nella prestigiosa cornice del Palau de la Musica Catalana (ma ci sono anche date presso il Teatro Poliorama di Barcellona), se vi piacciono la musica e il ballo non potete perdere Opera y Flamenco.
È uno spettacolo con una singolare fusione tra il canto lirico, la zarzuela e la magia del flamenco.

Visto da più di 2 milioni di spettatori questo incredibile spettacolo conta della direzione artistica del premiato Rafael Amargo, l’artista flamenco più importante del momento.

Opera y Flamenco narra la tormentata storia d’amore tra i protagonisti, i ballerini, che esprimono con le loro coreografie quello che le loro proprie anime, il tenore e la soprano, interpretano attraverso arie famose di opera.
Uno spettacolo che fonde in un modo unico la bellezza dell’opera e la passione del flamenco.

CONCERTI NEL MEAM

L’ultima mia proposta è assistere ad un concerto nel bellissimo edificio barocco Palau Gomis, che ospita il Museo Europeo dell’Arte Moderna di Barcellona.
Il biglietto che vi suggerisco include la visita culturale per concludere il vostro pomeriggio ascoltando musica dal vivo:
flamenco, classica o blues, potendo sorseggiare un caffé o un tè con paste, tanto per stuzzicare l’appetito serale.

La sede del MEAM si trova nel quartiere del Born, un punto di riferimento culturale e commerciale a Barcellona, dalla tipica atmosfera bohemien.
Prima del concerto avrete l’occasione di visitare la collezione, dove sono esposte ottime opere di arte figurativa moderna: ciò che caratterizza il MEAM, e lo distingue da altri musei dello steso genere, è l’esposizione di opere di artisti non ancora famosi.
Anche la sala principale del museo è in se stessa un’opera d’arte, perché nel restaurarla sono stati rispettati tutti i dipinti originali, che decorano il soffitto e le pareti.
Il MEAM ha vinto il premio FAD de Artes Decorativas, ed è uno scenario perfetto per godere di un concerto.

 

 

 

 

 

 

 

 

About

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.