Una mattinata Modernista

Partiamo da Plaça Catalunya ed imbocchiamo Rambla de Catalunya.
Attraversata la Gran Via passeggiamo per un solo isolato e giriamo a sinistra su Carrer de la Disputació: al civico 250 saremo davanti alla nostra prima tappa Casa Garriga Nogués, anno 1902 per opera dell’architetto Enric Sagnier, oggi sede della Fondazione Mapfre ed ai piani superiori convertito in hotel.
È un edificio classico: nella parte bassa locali commerciali ed al piano nobile la residenza della famiglia proprietaria.

La facciata è una mescola di elementi classici e rococò, come tetto, ringhiera o le quattro grandi mensole che reggono il balcone: sono le quattro età della vita.

Proseguiamo lungo questa via e giriamo a destra in Carrer de Balmes dove al civico 48 incontreremo il Museu del Modernisme Català.
Volendo entrare si potranno ammirare circa 350 opere degli artisti più influenti del modernismo catalano.
Biglietto di ingresso 10 euro
MA – SA 10.30 – 19
DO e festivi 10.30 – 14

Usciti dal Museo giriamo a destra su Carrer de Concell de Cent per due isolati arrivando su Passeig de Gràcia.

La Manzana de la Discordia

Nello “smusso” di questo crocevia sarete di fronte a Casa Lleó Morera dell’architetto Doménech i Montaner, ora sede del prestigioso marchio di moda Loewe.

Siamo in piena “Manzana de la Discordia : si tratta di un isolato che comprende i tre più celebri edifici modernisti della via.
L’appellativo gioca sul doppio significato del termine manzana, traducibile in “isolato” ma pure in “mela” che rimanda al mito del pomo della discordia.

Rimaniamo su questo viale e più avanti al civico 41 avremo la spettacolare Casa Amattler per opera dell’architetto Puig i Cadafalch.

Una particolarità proprio davanti la porta di Casa Amatller: c’è una mattonella indicante che il sito è il chilometro Zero della European Route of Modernism.

Ci sono differenti tipologie di visite da poter valutare:
Visita con Tablet (circa 40′) 11-18 – biglietto  14 euro
Visita guidata (circa 60′) 11 EN / 12 CAT / 13 ES – biglietto 17 euro
Visita teatralizzata (circa 75′) 18 CAT – biglietto 20 euro

Al suo fianco, al civico 43, l’opera di Gaudí, la fantastica Casa Battló
Biglietto d’ingresso comprensivo di audioguida 23,5 euro
orario 9 – 21 (ultimo ingresso 20)

Attraversiamo Passeig de Gràcia perché sul lato opposto, al civico 66, potremo ammirare Casa Viuda Marfa con i suoi splendidi archi e l’imponente scalinata.
Ora dirigiamoci al civico 92 per ammirare una delle opere più stravaganti di Antoni Gaudí: Casa Milà – La Pedrera.
Biglietto d’ingresso 22 euro
orario 9 – 18.30 (ultimo ingresso 18)

Sempre su Passeig de Gràcia, saliamo verso il civico 96 fin quando saremo davanti all’ingresso dell’atelier Massimo Dutti ospitato in Casa Ramon Casas.
Concedetevi un giro da “finti clienti” tanto per ammirare questo showroom spettacolare.

I turisti non lo sanno!

La camminata su Passeig de Gràcia  proseguirà sempre dritto per 400 m.: alla nostra sinistra i Jardins de Salvador Espriu ed al civico 132 saremo davanti a Casa Fuster ora convertito in un lussuoso hotel.
Tornando indietro sul lato opposto del giardino potrete ammirare al civico 113 Casa Bonaventura Ferrer.
Per scoprire la prossima tappa torniamo all’incrocio con l’Avinguda Diagonal girando a sinistra dove al civico 442 incontriamo Casa Comalat.
Attraversata la strada, di fronte a noi al civico 373, avrete la splendida Casa Baró de Quadras (detta anche casa Asia).

Torniamo sul precedente lato e camminiamo per 300 mt dove al civico 420 saremo davanti a Casa Terrades (de les Punxes).

Inaspettato Eixample!

Ora un piccolo girotondo intorno ai prossimi isolati dell’eixample!!!
Attraversata l’Avinguda Diagonal proseguiamo su Carrer del Bruch fino a Carrer de Mallorca dove girando a sinistra incontriamo al civico 302 Casa Vallet i Xirò ed destra, al civico 293, Casa Thomas.

Più avanti al 278 ammireremo Palau Ramon Montaner: è il momento di tornare verso Carrer Roger de Llúria, sulla destra, per poi svoltare a sinistra su Carrer de València.
Al civico 312 ci sarà ad aspettarci Casa Josefa Villanueva mentre al 293 Casa Santurce.
Seguiamo la strada fino all’incrocio con Carrer del Bruch: al civico 110 (praticamente in angolo) saremo di fronte al Conservatorio della Mùsica.

Ora percorriamo il senso di marcia della via fino a Carrer de Mallorca fino all’incrocio con Carrer d’Aragó.
Da qui a sinistra fino a Carrer de Girona per ammirare al civico 86 Casa Pomar.

Riprendiamo il senso di marcia su questa via verso il civico 113 per incontrare Casa Lamadrid.
Da qui torniamo su Carrer de València girando a sinistra. Alla fine di questo isolato in angolo avremo la decoratissima Casa Manuel Llopis Bofill.

Più o meno dovrebbe essere già ora di pranzo…
Andate sul link de UN PRANZO MODERNISTA! per scoprire le mie tre proposte in questa zona.

Il percorso prosegue nel post MODERNISTA POR LA TARDE!

Annunci

3 pensieri su “Una mattinata Modernista

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...